Salta al contenuto

“S.O.S.”

-ci vediamo domani-
ma io ti prego
accompagnami nel sogno

trovami lí
dove siamo veri

concedimi ancora una volta
la possibilità di amare

in mezzo a una nave piena di pirati
che vira lenta, verso lo schianto
che vola e che affonda insieme

Il mare non avrá peso
e che intoni la nostra aria più lieve

allora daremo forza al motore
nella fine penserò a chi mi ha amato
e a chi non poteva galleggiare, 
ma non sarà importante.

Penseremo allora a saltare giù,
mentre l’illusione sparisce.

Dentro agli scogli di queste luci al neon
nel mezzo di una discoteca vuota
ho raccolto questo neonato
come se fosse importante.

e domani, fa’ sí che si aggiorni
dal mio sogno, un nuovo presente
che brilli per lui come un morbo vero,

che cada l’unica testa che deve cadere,
la mia.

Mi lascerai morire d’amore mentre dormo, esca quello che deve uscire,
porti avanti e timido
la cieca volontà
di un amore destinato a sparire.

A quel punto farai ripartire la nave,
credo che il neonato ti dirà: 
-Ci vediamo domani!-

Tu ignoralo, amalo lentamente,
e se vorrai, potrai cantare per lui
la leggenda di una nuova scogliera.

Published inSenza categoria

Sii il primo a commentare

Lascia un commento